Aiutare il nostro pianeta correndo oggi è possibile grazie al plogging!

Ma di cosa si tratta? Il plogging affianca l’attività di “jogging” al “plocka upp”, parola svedese che significa “raccogliere”. In poche parole, si tratta di una pratica che unisce la corsa con la raccolta dei rifiuti. Ma perché il plogging è diventato così popolare negli ultimi anni e quale impatto ha sulla salute e sull’ambiente? Scopriamolo insieme.

Plogging e Ikea: che cosa hanno in comune?

Naturalmente il luogo d’origine! Il plogging è infatti frutto dell’idea dello svedese Erik Ahlström, che nel 2016 ha coniato il termine. L’obiettivo era quello di trovare un modo per combinare il suo amore per la corsa con la sua preoccupazione per l’ambiente. La pratica si è poi diffusa in tutto il mondo, grazie soprattutto ai social media e a svariati gruppi di appassionati di fitness e sostenibilità.

Come funziona il plogging?

L’attività di plogging è molto semplice e accessibile a chiunque voglia praticarla, basta seguire dei punti fondamentali:

  1. Vestiti in modo appropriato per la corsa e porta con te guanti da giardinaggio o sacchetti per rifiuti. Assicurati di avere una borsa dove poter raccogliere ciò che troverai lungo la strada.
  2. Mantieni il tuo ritmo solito di corsa, ma presta attenzione ai rifiuti lungo il percorso. Quando ne incontri uno, raccoglilo e mettilo nella tua borsa.
  3. Non dimenticarti della sicurezza! Concentrarsi sui rifiuti non significa infatti dimenticarsi di ciò che ci circonda. Mentre corri, presta quindi attenzione a mezzi di trasporto e ostacoli che potresti incontrare. La sicurezza personale è sempre la priorità!
  4. Prima di iniziare la tua corsa, stabilisci un obiettivo per la quantità di rifiuti che vuoi raccogliere. Questo ti darà una maggiore motivazione e ti aiuterà a tenere traccia dei tuoi progressi.
  5. Alla fine della tua corsa, assicurati di smaltire correttamente i rifiuti che hai raccolto! Fatti aiutare dalle linee guida della tua zona.

Il plogging offre numerosi vantaggi sia per chi lo pratica che per l’ambiente, perché combina l’attività fisica con l’opportunità di fare del bene alla nostra amata Terra, contribuendo a mantenere pulite le strade e gli spazi pubblici. Questo lo rende un’opzione molto più coinvolgente e gratificante rispetto a una semplice corsa. Il plogging può essere anche un’attività sociale, un’occasione per connettersi con altre persone che condividono interessi simili.

Non ti resta quindi che mettere le tue scarpe da corsa, portare con te una borsa per i rifiuti e iniziare a praticare plogging per un mondo più pulito e sano!

Vuoi approfondire i temi della sostenibilità e rimanere aggiornato sulle notizie e gli avvenimenti che riguardano la salvaguardia dell’ambiente? Segui e invita a seguire la campagna #iolabuttolì. Insieme è più facile abbracciare scelte sostenibili!

#iolabuttolì e tu?