Senza la produzione di energia non sarebbe possibile muoversi, riscaldarci, illuminare le nostre case, navigare nel web, produrre cibo…l’energia è necessaria a tutte le attività umane!

Da dove viene l’energia?

L’energia può provenire da diverse fonti, che possiamo classificare in due macro-categorie: rinnovabili e non rinnovabili.

Le fonti rinnovabili sono:

  • Solare: sfrutta l’energia del sole attraverso pannelli fotovoltaici o sistemi termici/termodinamici
  • Eolica: utilizza la forza del vento per generare elettricità.
  • Idroelettrica: impiega la forza dell’acqua in movimento per produrre energia.
  • Geotermica: sfrutta il calore presente all’interno della Terra.
  • Biomasse: utilizza materiali organici come legna, biogas e biocarburanti.
  • Marina: ricava energia dalle onde, dalle maree e dalle correnti marine e oceaniche.

Le fonti non rinnovabili sono:

  • Combustibili fossili: includono petrolio, carbone e gas naturale.
  • Uranio: utilizzato nelle centrali nucleari per produrre energia attraverso la fissione nucleare.

Oltre a questa distinzione principale, le fonti di energia possono essere classificate anche in base al loro stato:

  • Fonti primarie: si trovano in natura allo stato grezzo (es. petrolio, carbone, sole).
  • Fonti secondarie: derivano dalla trasformazione di fonti primarie (es. elettricità, benzina).

Qual è la differenza tra energia non rinnovabile ed energia rinnovabile?

L’energia non rinnovabile viene da risorse finite o che richiedono molto tempo per essere riformate naturalmente. Le fonti di energia rinnovabili, invece, rispettano le risorse provenienti dal mondo naturale, non inquinano e non si esauriscono, dal momento che hanno la capacità di rigenerarsi a fine ciclo.

La storia delle principali fonti di energia

Per tutto il corso della sua storia, l’essere umano ha utilizzato fonti di energia elementari: la legna da ardere, il movimento degli animali, il vento e l’acqua dei fiumi.

Con la scoperta del fuoco e della combustione della legna, si è iniziato a scaldare i cibi, a lavorare alcuni metalli e poi a trasformare l’acqua in vapore necessario a far funzionare le macchine a vapore. 

In seguito, l’essere umano si è accorto che utilizzando il carbone, con un maggior potere calorifico, l’energia termica prodotta era di più e permetteva una migliore fusione dei metalli e più veloce funzione dei macchinari.

Il carbone è stato, poi, sostituito dal petrolio che produce la maggior parte dell’energia, e non solo: benzina, arredamento, computer, prodotti cosmetici, vernici, plastica, asfalto, ecc.

Altre fonti di energia

Un’altra fonte importante di energia è costituita dai gas naturali, utilizzati per alimentare i fornelli, per il riscaldamento domestico e per produrre acqua calda, oltre che per generare corrente nelle centrali elettriche e come alternativa più economica a diesel e benzina.

L’energia nucleare è prodotta in centrali di fissione dell’atomo, la cui reazione a catena avviene in modo rallentato e controllato, e con un rilascio graduale di energia. Questa risorsa porta con sé due difficoltà: la sicurezza delle centrali e l’incognita dello smaltimento dei rifiuti radioattivi.

Le biomasse sono materiali di origine biologica, vegetale o animale, che non hanno subito processi di fossilizzazione; generalmente scarti di attività agricole, legna da ardere o rifiuti organici, piante, alghe marine e altri. Vengono bruciate in una camera di combustione, il calore generato mette in funzione la turbina che produce corrente elettrica. 

Il Sole irradia energia quotidianamente che può essere immagazzinata da impianti a pannelli solari

L’energia eolica sfrutta la forza del vento, è prodotta dall’energia cinetica del movimento dell’aria sulla superficie terrestre, ed è una delle fonti energetiche più antiche, basti pensare al suo utilizzo in campo nautico, la vela.

Infine l’acqua ha una sua energia potenziale, che si trasforma in energia cinetica quando scorre e cade. Le centrali idroelettriche velocizzano la caduta dell’acqua all’interno di tubi chiusi, mettendo in rotazione grandi turbine che producono corrente elettrica.

L’energia è un bene prezioso. Utilizziamola in modo sostenibile, responsabile e consapevole per garantire un futuro migliore per le generazioni a venire!

Vuoi approfondire i temi della sostenibilità e rimanere aggiornato sulle notizie e gli avvenimenti che riguardano la salvaguardia dell’ambiente? Segui e invita a seguire la campagna #iolabuttolì. Insieme è più facile abbracciare scelte sostenibili!

#iolabuttolì e tu?